Home / Comunità / Giornata della solidarietà in ricordo di Nicola Ciardelli

Giornata della solidarietà in ricordo di Nicola Ciardelli

(Fonte : pisainformaflash.it)

Appuntamento venerdì 27 aprile con 55 percorsi e 4000 studenti

 

Venerdì 27 aprile ricorrono 12 anni dal terribile attentato in cui persero la vita il maggiore pisano Nicola Ciardelli, i tre carabinieri Franco Lattanzio, Enrico Frassinito e Carlo di Trizio, insieme al giovane militare rumeno Hanku Bogdan. Esattamente 11 anni fa, si costituiva l’Associazione Nicola Ciardelli Onlus, fortemente voluta dalla famiglia e dagli amici più cari di Nicola, che si sono impegnati per continuare, attraverso alcuni progetti di solidarietà, l’impegno profuso da Nicola a favore delle popolazioni dilaniate dai conflitti, incontrate in occasione delle numerose missioni alle quali aveva partecipato. Un impegno che ha trovato il suo coronamento nei tanti progetti che l’associazione sta portando avanti, in particolare in Kosovo, dove Nicola ha partecipato, nel 2001, ad una importante missione.

E proprio il prossimo 27 aprile si svolgerà, a Pisa, quello che è ormai diventato un appuntamento annuale, atteso e condiviso da tutta la città e soprattutto dai tanti studenti che ogni anno si raccolgono intorno all’associazione, in ricordo del maggiore pisano: la Giornata della Solidarietà, organizzata dall’Associazione Nicola Ciardelli Onlus, con la collaborazione del Comune di Pisa, che ogni anno coinvolge le scuole e l’intera città con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani studenti sull’importanza dell’impegno di ognuno, verso la costruzione di un futuro più pacifico e più solidale. L’associazione propone infatti anche quest’anno una giornata che ha come scenario l’intera città e che coinvolge luoghi significativi e diversi tra loro, attraverso percorsi legati ai principi ed ai valori contenuti nella Costituzione Italiana, di cui ricorre quest’anno il settantesimo anniversario. Tema della giornata: “Dignità e pieno sviluppo delle persona come ponte per il superamento delle disuguaglianze e come fondamento per la pace e la giustizia tra i popoli”.

Di fronte agli orrori delle guerre e del terrorismo, che lo scenario internazionale purtroppo ci offre quotidianamente, Pisa vuole farsi portatrice di un messaggio di pace e di solidarietà, promosso nel nome di chi ha toccato con mano la devastazione delle guerre e le sofferenze di coloro che sono costretti a subirle: primi tra tutti i bambini, ponendo al centro, in particolare, gli articoli 2 e 3 della Costituzione. Gli alunni e le alunne delle scuole materne, elementari e medie di primo e di secondo grado hanno scelto tra i tanti itinerari proposti, rendendo quindi la città una sorta di Costituzione vivente. Sono stati infatti organizzati ben 55 percorsi, che si articoleranno nella visita a luoghi significativi della nostra città rispetto al tema prescelto. I temi trattati sono i seguenti: salute; sport; ambiente; tecnologia, scienza ed etica; comunicazione ed etica; religione; uguaglianza e legalità; solidarietà sociale; cultura e bellezza; studio, lavoro e pari opportunità; cooperazione internazionale. Per i bambini e le bambine delle scuole materne sono previsti laboratori a tema presso il Giardino Scotto.

«Una giornata che vede protagonista l’intera città, che si apre ai giovani studenti, attraverso l’accoglienza nei luoghi di studio e di ricerca, di cura e di accoglienza, laici e religiosi, a dimostrazione di come ogni attività umana possa e debba essere improntata al principio della solidarietà. Un esempio importante di come ciascuno possa e debba offrire il proprio contributo, attraverso la propria sensibilità e la propria personale e diversa esperienza, in sinergia con l’altro, per il raggiungimento di un obiettivo comune, rappresentato dalla costruzione di un futuro più solidale e migliore per ogni essere umano, che ponga al primo posto il valore della Dignità di ogni persona», afferma la presidente dell’associazione, Federica Ciardelli, che, nel ringraziare l’intera città per aver colto il valore autentico di questo messaggio, annuncia con grande gioia la partecipazione di oltre 170 classi con un totale di circa 4000 studenti e studentesse».

Il Comune di Pisa, che collabora a fianco dell’associazione nell’organizzazione di questa giornata, ha espresso tutta la propria vicinanza ad una iniziativa che ha saputo aprirsi pienamente alla città, unendo le forze di tanti nel confronto e nel dialogo, per la crescita della comunità. «Mi trovo a presentare oggi un grande lavoro fatto in dono alla città – ha sottolineato il sindaco Marco Filippeschi – questa giornata cresce ed è cresciuta nel corso degli anni grazie ad alcuni elementi fondamentali che trasmetterò a chi verrà dopo di me. Il primo elemento è la solidarietà che nasce dalla perdita di una vita ma che ha mosso altra solidarietà nei confronti di bambini e bambine. Viene poi la sensibilità dimostrata da chi la organizza , qualcosa che ha toccato nel profondo tutta la comunità. Questa giornata ha saputo creare un rapporto nuovo tra cittadini e istituzioni militari. Non si può dimenticare infine che elementi fondamentali sono i valori ed i principi della Costituzione su cui si incardina e che vanno a comporre ogni anno un puzzle che è vera condivisione e atto di maturità della comunità». «La nostra città in questi anni ha contribuito in maniera inedita allo sviluppo e alla pratica di una cultura di pace anche in uno scenario internazionale grazie alla collaborazione tra istituzioni di governo, universitarie e associazioni. – ha dichiarato l’assessora Marilù Chiofalo – penso al lavoro per il disarmo nucleare, alle azioni di cooperazione decentrata in Iraq e all’attenzione di Anci con municipi senza frontiere e dell’ambasciata italiana in Iraq. Il significato della Giornata della solidarietà è però unico per il valore che ha avuto: la nostra è una città complessa, è la città degli opposti e dei conflitti e la sua storia dimostra quanto e come i conflitti possano essere occasione di crescita. In questi anni abbiamo tutti appreso come parlare insieme con le persone del senso e del valore delle cose abbia lo straordinario potere di gestire i conflitti fino a superarli e ad unire la comunità».

In crescita anche la partecipazione delle numerose realtà cittadine, aperte all’accoglienza dei tanti e delle tante giovani. Tra i luoghi visitati, oltre al Comune, l’Università di Pisa, la Scuola Normale Superiore, la Scuola Superiore Sant’Anna, il Cnr, la Fondazione pisana per la Scienza, il Sistema Museale d’Ateneo e l’Opera del Duomo, che hanno offerto quest’anno un importantissimo contributo, organizzando numerosi e interessanti percorsi al loro interno. Aperti e visitati dai giovani studenti anche l’Osservatorio Gravitazionale Europeo Virgo, il complesso delle Ex Stallette, la Prefettura, la Domus Mazziniana, la Camera di Commercio, il Tribunale, la Procura, la Biblioteca dell’Ordine degli Avvocati, la Casa Circondariale, la Polizia Stradale, le Officine Garibaldi, la CGIL, le Redazioni Giornalistiche, Televisive e Radiofoniche, il Sistema Museale dell’Ateneo, gli Arsenali Repubblicani e Medicei, Palazzo Gambacorti, Piazza dei Miracoli con il Camposanto Monumentale, il Duomo e il Battistero, le Mura Pisane, i Bagni di Nerone, Palazzo Reale, il Teatro Verdi ed il Teatro di S. Andrea, Palazzo Blu, la 46° Brigata Aerea, il Capar, il Centro Homeless, Il Centro Oltre il Muro, l’Uepe, il Consultorio Giovani, Spaziobono19, l’Itis Leonardo da Vinci, il Liceo Classico, il Dream Volley, il Centro di Preghiera Musulmano, la Sinagoga, la Chiesa Valdese, l’ex Monastero di San Domenico, i Cappuccini, il Centro Raccolta Rifiuti di Oratoio, L’Alba cucina naturale, Ristorante del Cuore, il Porto di Marina, i Navicelli, la Tenuta di San Rossore, l’Ippodromo e Coltano con L’Azienda Agricola Le Rene e la Villa Medicea.

Tantissimi gli enti e le associazioni coinvolte. Oltre ai “padroni di casa” delle singole realtà cittadine, partecipano alla Giornata il Provveditorato agli studi di Pisa, la Società della Salute, Paim S.c.a.r.l., Arnera, Agape, Oltreilmuro, Vivi la Piazza, Il Simbolo, Caritas, Cri, AIPD Onlus, L’Alba Onlus, Coordinamento etico dei Caregivers, Panathlon, Uisp, Csi, Yesbasket, Agata Smeralda, Protezione Civile, Pubblica Assistenza, Corpo Forestale, Ente Parco, Anps, Anpana, Misericordia, Centro educazione cinofila “Io e il Cane”, Ordine dei Geologi della Toscana, Istituto Italiano per la Sicurezza, Ordine degli Avvocati di Pisa, Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Pisa, Associazione Nazionale Magistrati, Ludoteca Scientifica, Consiglio Cittadino delle Pari Opportunità, Comitato Unico di Garanzia, Comunità Ebraica di Pisa, Istituto Lama Tzong Khapa, Unione Buddhista Italiana, Comunità Bahà’ì, Elior, Ctt, Dream Volley, Pugilistica pisana, Hu Jin, Ospedalieri Asd, Associazione Oncologica Pisana, Ikebana Baby, Polisportiva Tirrenia, Treno Pisa Tour S.r.l, Due Ruote per la Città, Centro Visite San Rossore, Cecchini Cuore Onlus, La Vita oltre lo Specchio, Cgil, Cisl e Uil. A partire quindi dalle ore 8 si svilupperanno i 55 percorsi cittadini. Alle ore 12 cerimonia di chiusura della mattinata presso Piazza XX Settembre, per assistere, alla presenza delle autorità cittadine e dei rappresentanti dell’Associazione Nicola Ciardelli Onlus, all’aviolancio in Ponte di Mezzo, a cura del Centro di Addestramento di Paracadutismo.

 Pieghevole-percorsi-1

 

La visita al convento :

 

 

La visita al Progetto Homeless  ( Galleria  completa su progettohomeless.it ):

 

About maxcer

Responsabile sistemi informativi - Webengineer

Check Also

musica-organicaC

Percorso di musica organica

  Presso la Ludoteca Tutti giu’ per Terra, con il musicista David Domilici dell’associazione Tata ...