Home / Alzaia / “Casa di Alberto e Giuliana”: vedere crescere i fiori laddove le radici sono state seminate

“Casa di Alberto e Giuliana”: vedere crescere i fiori laddove le radici sono state seminate

Si è tenuta questa mattina alle ore 12 la conferenza stampa di presentazione della “Casa di Alberto e Giuliana“, il bel progetto di Co-Living immerso nel verde di Mezzana che coinvolgerà, in alternanza, 13 ragazzi ed adulti con sindrome di Down in un percorso triennale verso l’autonomia abitativa.
Presenti alla conferenza stampa don Antonio Cecconi, il presidente AIPD Pisa Michael Schinella, il presidente della Cooperativa Il Simbolo Alberto Grilli, il Sindaco di San Giuliano Terme Sergio di Maio, il vicedirettore del Servizio Sociale Azienda Asl Nord Ovest Laura Guerrini, la presidente della Società della Salute Zona Pisana Gianna Gambaccini,  la Customer Relation Manager Ikea Pisa Elena Fascietto.

“Casa di Alberto e Giuliana” è un progetto che rientra nella programmazione della Regione Toscana in attuazione della legge 112/2016 (finalizzata all’integrazione sociale delle persone con disabilità grave prive di sostegno familiare attraverso un sistema di accompagnamento e sostegno al vivere in autonomia).
Un progetto che è stato reso possibile dal coinvolgimento di più realtà ma prima di tutto dalla generosità di don Antonio Cecconi, che ha voluto mettere a disposizione un luogo del cuore, ovvero la casa dei propri genitori dove lui stesso si era trasferito insieme alla famiglia nel 1969, poco prima di entrare in seminario, e che trova in questo gesto la volontà di “veder crescere i fiori laddove le radici sono state seminate”, mantenendo vivo lo spirito di accoglienza che caratterizzava la propria famiglia.
A fare da amalgama e motore del progetto – che vede come protagonisti l’Associazione AIPD Pisa insieme alle Cooperative Sociali Il Simbolo ed Alzaia – la collaborazione tra Società della Salute Zona Pisana, Regione Toscana e Comune di San Giuliano Terme, insieme al supporto di Fondazione Rosa Prìstina, Enel Cuore Onlus ed Ikea Pisa.

“Casa di Alberto e Giuliana” è un importante passo nella vita delle persone con sindrome di Down, ma non il primo. Dal 2014 infatti la Cooperativa Il Simbolo e l’Associazione AIPD Pisa hanno dato vita ad “Alzaia”, cooperativa di tipo B che coinvolge nei suoi servizi con il pubblico anche persone con la sindrome. Tra questi spiccano sicuramente “Bottega dei Miracoli”, negozio presso Piazza dei Miracoli, e Ticucinobio, servizio di catering e cucina a km0 che preparerà il buffet per l’inaugurazione della Casa.
L’inaugurazione di “Casa di Alberto e Giuliana” si terrà venerdì 4 ottobre alle ore 16.30, con aperitivo di benvenuto preparato dalla squadra di Ticucinobio.

 

9EyRmRNYRbaYq0lVALiGFA ZRt0NohCQp20dGja8gCt5w LvgqJTscR1yLiSfeNtt4vA CwVaAZKiQkaUSVHAFgyeGw X1ef+Z3XSrST0w1I0xPaFA U2Zfe8RPTmaRldemhvoPsA pR+qelbIQUuV5yXu5JvOeA invito-mail

 

 

 

 

 

 

 

About corsara

Staff comunicazione - web & social media editor

Check Also

Schermata 2019-10-18 alle 20.47.35

Emergenze sociali: attivato il nuovo servizio di pronto intervento

(Fonte: IlTirreno.it)     Livorno, è operativo negli orari di chiusura dei servizi alla persona ...